Pink Shuttle. Kabul, Afghanistan.

Pink Shuttle. L’unico servizio di trasporto tutto al femminile dell’Afghanistan.

Kabul, Afghanistan, maggio 2019 – in corso.

Nel dicembre 2018 TIME definiva ancora l’Afghanistan “il peggior paese del mondo per una donna”.

Uno dei grandi ostacoli all’emancipazione delle donne afghane è la difficoltà di movimento. I trasporti pubblici sono quasi inesistenti e camminare per strada espone le donne a rischi e molestie. La maggioranza non può usare bici, moto, taxi o bus condotti da uomini, né prendere la patente a causa dei costi o del divieto di frequentare scuole guida miste. Questo limita drasticamente le loro possibilità di raggiungere in modo autonomo servizi essenziali, posti di lavoro o di studio; e le obbliga a essere dipendenti dagli uomini di famiglia anche per organizzare le cose più semplici della vita quotidiana.

Per le donne afghane muoversi liberamente resta quindi un sogno. Nove Onlus contribuisce a realizzarlo attraverso il Pink Shuttle: primo e unico servizio di trasporto guidato e utilizzato esclusivamente da donne.

Nella fase pilota, iniziata a maggio 2019 e conclusasi a marzo 2020, il progetto ha formato e assunto 4 autiste professionali, le sole in tutta Kabul. Il 27 luglio le autiste hanno dato il via al primo regolare servizio di trasporto a bordo di minivan, assistite a da un tutor incaricato di fornire assistenza tecnica e logistica e di ottenere il consenso della comunità locale (al fine di ridurre i rischi legati a ogni attività innovativa che coinvolga donne afghane). Le prime clienti sono state studentesse universitarie, liceali e impiegate governative: più di 100 donne, ognuna delle quali ha usufruito del servizio per un periodo minimo di 2 mesi e mezzo (10.600 passaggi singoli offerti in totale).

Il consulente assunto da Nove Onlus ha realizzato uno studio di fattibilità e un business plan per la seconda fase, durante la quale è previsto che il Pink Shuttle si trasformi da progetto gestito da un’organizzazione no profit a un vero e proprio servizio commerciale auto gestito da donne afghane.

Le attività in programma:

  • aumento flotta;
  • formazione di altre autiste professionali;
  • espansione del servizio a più zone di Kabul;
  • circa 46,000 passaggi offerti nel corso di un anno.

A causa del lockdown conseguente all’epidemia da Covid-19 il progetto è stato sospeso da aprile a luglio. Ad agosto sono iniziate le attività preparatorie alla seconda fase (acquisto e trasferimento dei van) e dal 1° settembre il servizio è attivo.

L’immagine di una donna afghana alla guida, e ancor più quella di una autista professionale che trasporta altre donne funziona da catalizzatore, spronando molte a seguire l’esempio. Il senso di empowerment che iniziative del genere diffondono fra la società afghana tradizionale rappresenta una breccia nel muro della sottomissione nella quale la grande maggioranza della popolazione femminile vive.

Sponsor: OTB Foundation, The Nando and Elsa Peretti Foundation, USAid, Roddenberry Foundation, The Linda Norgrove Foundation, La terra di Piero Onlus.

Per maggiori informazioni contattare il Responsabile Progetti.

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca