Conclusi gli interventi di emergenza per il Covid-19

Si sono appena conclusi gli interventi di Nove Onlus a favore di persone tra le più colpite dalle conseguenze della pandemia da Covid-19.

Inizialmente, grazie al sostegno economico del Comitato Iniziative per la Città (PIC), MF Law Studio Legale Mannocchi&Fioretti e altri amici, in collaborazione con i comitati della Croce Rossa Italiana e la Cooperativa L’Accoglienza, abbiamo contribuito alla distribuzione di generi alimentari sufficienti per 4 settimane a 132 famiglie e 161 persone senza fissa dimora a Roma e LadispoliA Salerno e Roccapiemonte abbiamo distribuito a 110 famiglie, attraverso l’Opera Caritas diocesana, scorte alimentari acquistate da piccoli produttori locali di Coldiretti e Cooperativa Sociale Esperanto, che coltiva terre sequestrate alla mafia. Abbiamo anche donato alle famiglie uova di Pasqua e alla Mensa dei Poveri di San Francesco 6.600 vaschette monoporzione.

In Afghanistan, le conseguenze del lockdown sono state e sono molto pesanti, soprattutto per chi ogni giorno deve uscire a cercare lavoro se vuole sfamare la famiglia.  Quello che spaventa come e forse più del virus è la fame.

Grazie al supporto di The Nando and Elsa Peretti Foundation, LG Investimenti e altri sostenitori, tra aprile e maggio abbiamo potuto distribuire kit igienici e pacchi contenenti 85 chili di generi alimentari a 250 famiglie poverissime, comprendenti oltre 1800 persone (la media della famiglia afghana è di 7,2 membri). A 187 famiglie con membri disabili (in totale oltre 1300 persone) abbiamo invece consegnato i kit igienici e un “voucher emergenza” di circa 94 $.

Il nostro ufficio operativo a Kabul ha continuato a ricevere pressanti richieste, in particolare da donne molto vulnerabili, vedove e capofamiglia. Grazie al finanziamento ottenuto dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) di Kabul, a fine giugno 2020 abbiamo potuto organizzare una nuova distribuzione di kit igienici e alimenti di prima necessità, sufficienti per un mese, ad altre 240 famiglie, comprendenti oltre 1700 persone.

In totale, quindi, durante l’emergenza da Covid-19, a Kabul abbiamo supportato 677 famiglie, oltre 4800 persone.

Durante tutte le distribuzioni a Kabul, un medico reclutato da Nove Onlus ha insegnato le regole igieniche base per prevenire la diffusione del virus e proteggersi.

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca