Sono una donna e voglio lavorare. Kabul, Afghanistan.

sono_una_donna_kabul

Sono una donna e voglio lavorare. Kabul, Afghanistan.

In Afghanistan le donne vivono ancora in condizioni di forte discriminazione, soggette alle decisioni maschili e spesso a violenze. Il 68% della popolazione femminile è analfabeta, meno del 16% partecipa alla forza lavoro. Per la grande maggioranza delle ragazze l’unico futuro possibile è sposare uomini scelti dalle famiglie e vivere recluse in casa.

La formazione migliora sensibilmente la situazione economica e sociale delle donne afghane, ma le opportunità di formazione femminile restano assai scarse. Per questo nell’ottobre 2014 Nove Onlus e il suo partner afghano PADA hanno aperto a Kabul un progetto-pilota che in 12 mesi ha offerto a 420 donne socialmente svantaggiate corsi gratuiti di formazione professionale, affiancati da un servizio di avvio al lavoro

Le domande di iscrizione ricevute, più del doppio dei posti disponibili, hanno spinto Nove Onlus a proseguire le attività e aumentare il numero delle beneficiarie. Il nuovo progetto triennale, avviato nel marzo 2016, offre oltre 1.400 posti in un triennio ed è aperto anche a ragazze disabili in carrozzina.

I corsi erogati, rispondenti alla domanda del mercato del lavoro afghano, comprendono inglese, computer, cucina professionale (testati nella fase pilota) ed altri molto innovativi: la scuola guida femminile.

Inoltre Nove Onlus offre delle borse di studio in Information & Communication Technologies (ICT) alle migliori studentesse del corso di computer.

Il servizio di avviamento al lavoro del progetto, che si avvale della collaborazione del programma PROMOTE Women in the Economy finanziato da USAID, facilita le diplomate a trovare impiego o ad avviare e sviluppare un’attività in proprio. Fornisce inoltre assistenza e strumenti per dar vita a una start up senza precedenti in Afghanistan: il primo servizio di taxi ‘rosa’.

Il progetto, nato sulla scia di un’iniziativa della Cooperazione Italiana e in linea con le priorità del governo afgano, collabora con istituzioni rilevanti, come il Ministero Afgano del Lavoro e degli Affari Sociali ed il Ministero degli Affari Femminili.

 Per meglio integrare le attività nel tessuto sociale e ridurre i rischi connessi alle iniziative a favore delle donne, coinvolge attivamente le autorità tradizionali e le famiglie delle beneficiarie.

Partner operativi: Programming Agency for Development of Afghanistan (PADA), PROMOTE: Women in the Economy, il Ministero Afghano del Lavoro e degli Affari Sociali ed il Ministero degli Affari Femminili.
Sponsor: Fondazione Nando ed Elsa Peretti, LG Investimenti.

Per maggiori dettagli contattare la responsabile del progetto Susanna Fioretti

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca